Acque Azzurre
pagina caricata alle ore 18:19 - sabato 13 aprile    

CucinaCucina
Articoli

  • Alimentazione

  • Alimentazione ed influenza

  • Cucurbita (zucca) nella storia

  • Cucurbita (zucca): non solo carrozze

  • Cucurbita (zucca): sceglierla e cucinarla

  • Cucurbita (zucca): tra scienza e tradizione

  • Zucca per servire i primi piatti

  • Minestra d'erbe fresche

  • Consommè delle streghe

  • Fusilli alla Crema di Zucca

  • Gnocchi di zucca

  • Risotto al barolo

  • Risotto alla zucca Halloween

  • Zuppa di zucca

  • Insalata de' Medici

  • Patate profumate al cartoccio

  • Pollo alla diavola

  • Torta di carne

  • Spezzatino con la zucca

  • Stracotto al ginepro

  • Morsetti in tegame

  • Budino senese

  • Fantasmini di Halloween

  • Ossi da Mordere

  • Panna cotta ai frutti di bosco

  • Zuccata

  • Alimentazione ed influenza

    .: 08.06.04 :. 
    .: views 2374 :. 

    L'inverno come ormai sappiamo bene porta con se un fastidioso strascico di malattie da raffreddamento.

    Una delle malattie invernali più comuni è l'influenza, spesso molto confusa fra vera influenza virale e malattia da raffreddamento. siamo più facilmente preda di virus e batteri a causa di un abbassamento degli anticorpi, questo si può in qualche misura migliorare anche con l'alimentazione.
    O per meglio dire con un'alimentazione più sana ed equilibrata.
    Le vitamine, le sostanze minerali non che un'alimentazione molto varia e legata a frutta ed ortaggi stagionali possono aiutarci e possono costituire una buona regola per mantenere efficiente il nostro sistema immunitario e quindi permetterci di affrontare l'inverno con meno problemi.
    Sarebbe buona regola giornalmente consumare frutta e verdura, preferibilmente cruda, ma anche legumi e latticini.
    Sarebbe molto indicata ad ogni pasto una insalata mista composta oltre che di foglie (lattuga, scarola ecc.) anche ravanelli e germogli; germogli che oggi si trovano comodamente già pronti in commercio nei supermercati e che apportano parecchie vitamine.
    Possono essere anche prodotti in casa negli appositi germogliatori da lenticchie, ceci, semi di soia e semi di ravanello.
    Sicuramente poco apprezzati per gli "effetti sgradevoli" ma infinitamente utili sono: aglio fresco e/o cipolla che per esempio disinfettano la mucosa e favoriscono l‘irrorazione sanguigna.
    La radice di rafano contiene degli olii essenziali che liberano le vie respiratorie, se acquistato sotto forma di crema (negli appositi negozi etnici) giapponese è molto indicato per aromatizzare il pesce crudo.
    Durante l'inverno la verdura regina per la nostra salute è il "cavolo", che contiene molte vitamine, sali minerali e sono ricchi di fibre. Alcuni "additivi" naturali possono essere gli olii essenziali che integrati ai normali condimenti arricchiscono il sapore dei cibi ed apportano molte vitamine.
    Per quanto riguarda l'integrazione della vitamina C, che non viene assimilata dal corpo se non utilizzata, può essere mantenuta costante semplicemente con una spremuta d'arancia o un kiwi al giorno, preferibilmente la mattina.
    Oppure con l'ausilio di integratori vitaminici e di sali minerali, anche se per l'uso di questi ultimi si suggerisce sempre e comunque il consiglio del proprio medico curante, non sempre il "fai da te" è vantaggioso o sano per il nostro fisico.
    Come avremo modo di ripetere più volte il benessere è spesso legato ad una variazione della propria dieta alimentare se un cibo fa bene l'abuso di esso può essere un grave danno per l'intero organismo, quindi l'uso del buon senso anche in cucina è fondamentale.
    Primavera
    | privacy | credits | segnalato da... |